Laboratorio 5 giorni

Laboratorio Stradivari da vicinoVERGANTINO_Massimo (7)

Scopriamo insieme i segreti dell’arte di Stradivari mettendoci alla prova nella costruzione di un violino sul banco e con gli attrezzi del Maestro liutaio.

PROGRAMMA DEI 5 GIORNI

PRIMO GIORNO

Ore 9,30: Accoglienza in Academia

Accolti dalla direzione dell’Academia Cremonensis, siete accompagnati nelle sale del prestigioso palazzo Mina Bolzesi, completamente affrescato e decorato da artisti italiani del XIX secolo.

Ore 10:  Un po’ di conoscenze…
Prima di impegnarvi nel laboratorio pratico, è giusto capire qualcosa in più sull’arte liutaria. Il Maestro vi illustra i principali materiali e vi mostra come utilizzare l’attrezzatura necessaria alla vostra attività.

Ore 12,30: pausa per il pranzo

Un pasto in un tipico locale cremonese vi dà l’occasione per riflettere su quanto ascoltato condividendolo con i vostri compagni di esperienza.

Ore 14,30: Entriamo in bottega…

Eccezionalmente potete finalmente entrare nelle aule della scuola dove i Maestri liutai e archettai tramandano – immersi nei profumi delle essenze e nella quiete assicurata dall’antico parco romantico – l’arte per la quale Cremona è rinomata in tutto il mondo.

Ore 15,30: siete pronti?

Il Maestro vi introduce il lavoro di domani, che vi vedrà impegnati nel vero e proprio laboratorio pratico.

Ore 16: chiusura lavori

SECONDO GIORNO

Ore 9,30: Accoglienza in Academia

Siete già di casa, ma il fascino degli ambienti è ancora forte. Il Maestro vi accoglie, gli allievi vi salutano: siete parte dell’Academia Cremonensis. E tutto ciò vi stimola al lavoro.

Ore 10: Avvio del laboratorio pratico

Avvolti dal profumo delle essenze e seguiti dal Maestro liutaio vi impegnate nella realizzazione di una fase di costruzione di un violino, che si svolge su un banco da lavoro liutario e con gli attrezzi del Maestro.

Ore 12,30: pausa per il pranzo

La costruzione di un violino richiede la massima attenzione e concentrazione. È quindi necessario interrompere il lavoro per affrontare la fase pomeridiana con rinnovata energia. Il pasto vi dà l’occasione di scambiare le vostre impressioni sulla nuova esperienza.

Ore 14,30: ripresa dei lavori

Avete modo di riprendere in mano il vostro lavoro valutandolo con occhi diversi. La pausa effettuata vi aiuta a notare i difetti dandovi l’occasione di correggerli e migliorare.

Ore 15,30: l’occhio del Maestro

Il Maestro, con la sua grande esperienza, vi insegna a valutare il vostro operato facendovi notare il punto al quale siete arrivati. Vi dà consigli su come proseguire il lavoro e come affrontarlo domani.

Ore 16,00: chiusura lavori

TERZO GIORNO e QUARTO GIORNO

Ore 9,30: Accoglienza in Academia

Il lavoro dei giorni scorsi vi ha fatto capire quali siano le qualità di un buon liutaio: sicuramente un’ottima manualità, ma anche una buona dose di pazienza, precisione e costanza. Questi giorni saranno quindi un completamento dell’attività, che affronterete con una maggior coscienza del lavoro.

Ore 10: a che punto siete?

Qualcuno di voi è già a buon punto, per altri le giornate centrali sono fondamentali per riuscire a raggiungere un buon livello di lavoro, prima di affrontare la fase finale.

Ore 12,30: pausa per il pranzo

Un’altra occasione per condividere le vostre conoscenze in funzione della fase finale dei lavori.

Ore 14,30: si prosegue

Giunti a questo punto sicuramente qualcuno ha capito di essere portato per quest’attività artigianale. Quella nella quale vi state impegnando è solo una delle fasi di costruzione di un intero strumento.

Ore 16: fine lavori

Il Maestro fa con voi il punto della situazione e vi introduce al lavoro di domani.

QUINTO GIORNO

Ore 9,30: accoglienza in Academia

È la giornata finale: oggi portate a compimento il vostro lavoro. Il Maestro ha diviso con voi le sue conoscenze, vi ha aiutati a capire in quale modo affrontare il lavoro. Qualcuno di voi, più portato per la liuteria, vi ha aiutati e condividendo l’attività con i compagni di esperienza avete accresciuto la vostra manualità.

Ore 10: fase finale

Inizia la fase finale del vostro lavoro. Ciò che avete creato ha ora bisogno di essere rifinito e questo vi introduce alla nuova attività: la verniciatura. Questa è una fase molto importante e i liutai professionisti ci dedicano molto tempo. Uno strumento è soggetto a diverse mani di vernice e l’operazione è delicata e richiede molta precisione e costanza.

Ore 12,30: pausa per il pranzo

La pausa vi prepara allo sprint finale, e ancora oggi condividere con gli altri l’esperienza vissuta e le aspettative per l’ultima fase vi daranno la giusta energia.

Ore 14,30: la verniciatura

Il Maestro vi aiuta a scegliere il materiale necessario alla verniciatura, e al suo fianco iniziate l’operazione seguendo i suoi consigli e affidandovi alla sua esperienza.
È raccomandata estrema costanza e precisione nel lavoro al fine di ottenere una verniciatura omogenea che dia risalto alla vostra creazione.

Ore 16: la vostra esperienza è compiuta

Il vostro lavoro vi ha portato al compimento di una delle parti principali che compongono un violino. Avete sicuramente percepito in poco tempo qual è il lavoro di un liutaio, quali le sue emozioni, quale la sua tecnica e come ricordo potete portare con voi ciò che avete creato!

Giorno e ora: lun-ven, ore 9,30-12,30 e 14,30-16,00
Costo Laboratorio:  400 € a partecipante

(il percorso si attiverà con un minimo di 4 partecipanti, fino ad un massimo di 8)

Prenotazione: obbligatoria: visit@academiacremonensis.it

IMG_4112Inoltre l’Academia Cremonensis offre agli iscritti al laboratorio l’opportunità di effettuare una prova acustica dei propri strumenti – o di quelli della stessa Academia – nell’auditorium del Museo del Violino al costo di € 100 + IVA all’ora. La prova acustica si svolge a porte chiuse con la presenza di massimo 4 persone, e la supervisione di un addetto dell’Academia Cremonensis.
L’auditorium è stato realizzato dagli architetti Palù e Bianchi e acusticamente studiato dall’Ingegnere Yasuhisa Toyota che hanno raggiunto una perfezione tale da permetterne un utilizzo anche come sala di incisione.
La prova acustica deve essere anticipatamente prenotata e concordata con l’Academia Cremonensis.