Akiko Yatani

Inglese

Akiko YataniAkikoPerCremona1

Nata a Tokyo da una famiglia di musicisti, già a quattro anni, inizia lo studio del violino, sotto la guida della madre Kazuko Yatani insegnante della vincitrice del Premio Paganini(1999).

Si laurea, nel 1997, presso la prestigiosa Toho School, la stessa dove hanno studiato S. Ozawa e N. Imai. Nello stesso anno, dopo aver superato il Perfezionamento, parte per l’Italia.

Consegue l’audizione all’Accademia Chigiana di Siena e frequenta il corso di perfezionamento di Yuri Bashmet nel 1997 e 1998.

Nel 1998 viene ammessa all’Accademia W. Stauffer di Cremona, presso cui si perfeziona, sino al 2002, sotto la guida di B. Giuranna.

Dall’inizio della sua formazione presso tale Accademia, fissa stabilmente la sua residenza a Cremona, città cuore della musica e della liuteria, nota in tutto il mondo per aver dato i natali a Stradivari, Guarneri ed Amati.

Prosegue gli studi con altri celebri violisti. Tra cui W. Christ, prima viola dei Berliner Philarmoniker, M. Radici, prima viola del Mozarteum Orchestra di Salisburgo, M. Paris, viola solista de “I Musici”.
Viene ammessa alle lezioni ed ai concerti della Hindemith Masterclass di Vevey

Completa il perfezionamento alternandolo con l’attività concertistica sotto la guida di musicisti di fama mondiale, tra cui S. Accardo, B. Giakikouranna, R. Filippini, D. Stabrawa, M. Munchan.

Di lei Salvatore Accardo, nel febbraio 2003, in occasione dell’esecuzione del secondo sestetto di Brahms, scrisse “Akiko ha dimostrato una grande musicalità e prontezza. Inoltre è in possesso di una tecnica molto pulita e di un suono molto caldo”.

Nel 2002 partecipa al Concorso Internazionale ANEMOS di Roma e vince il secondo premio nella sezione archi (il primo non viene assegnato).

E’ invitata come “prima viola” dall’Orchestra del Teatro Regio di Parma, dall’Orchestra Filarmonica di Piacenza e da “I Musici di Parma”.

Nel 2005 entra a far parte dell’Orchestra Symphonica d’Italia Arturo Toscanini, nella cui formazione, partecipa, sotto la direzione di Lorin Maazel, a frequenti tournée nei più celebri teatri del mondo. Di tale attività si ha traccia in prestigiosi e riconosciuti eventi concertistici.

Nel 2004 si esibisce a Tokyo in vari ed apprezzati recital per viola e pianoforte con il maestro Hiroko Komoriya.

Nel 2007 viene invitata come prima viola dall’Ensemble Nagaokakyo, sotto la direzione musicale di Yuko Mori, nell’ambito del Festival Internazionale di Osaka.

Sempre nella capitale nipponica si esibisce, nel 2008, in un recital per viola e pianoforte e, nel 2009, in un concerto come solista.

Tra i tanti riconoscimenti artistici, la rivista giapponese “String” dedica ad Akiko Yatani, negli anni 2004, 2005, 2008 e 2011, importanze servizi. Quello del 2005 ha l’onore della prima pagina.

Il suo profilo artistico è trasmesso nell’ambito di un programma della durata di un’ora, su J:COM, il più importante network televisivo su cavo, e, a partire dal 2010, su NHK emittente satellitare.

Nel 2011 ha svolto a Taiwan un’intensa attività come solista d’orchestra e diverse masterclass presso l’università statale di musica.

Con A. Commellato (pianoforte) ha recentemente replicato il recital di Cremona del marzo 2011 a Tokyo, partecipando all’evento “ Italia in Giappone 2011“ organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo e dall’Istituito Italiano di Cultura.

E’ stata invitata a far parte della giuria del Concorso Triennale Internazionale degli strumenti ad Arco Antonio Stradivari per l’edizione 2012.